Quando l’acquisto si trasforma in un’esperienza!

Quello di cui vorrei iniziare a parlarvi oggi è il concetto di acquisto esperienziale, fondamentale per riuscire a comprendere come e su quali basi tutti noi oggi orientiamo i nostri acquisti. Se infatti l’obbiettivo è quello di vendere i nostri prodotti, nostro compito è anche riuscire a capire cosa vuole il consumatore così da andare incontro alle sue esigenze e rendere più probabile la scelta del nostro prodotto.

Oggi l’acquisto esperienziale sta alla base praticamente di tutti i nostri acquisti, nessuno escluso, ma cosa si intende con il termine“ acquisto esperienziale” ?

Sessant’anni fa i consumatori cercavano prodotti per soddisfare i loro bisogni: scarpe e vestiti per stare comodi, auto per spostarsi, utensili per lavorare. Oggi, la maggioranza dei consumatori ha già soddisfatto i propri bisogni primari e in un prodotto cerca qualcosa di più, cerca una gratificazione: vestiti, accessori, cibi, scelti non più per la loro utilità reale ma per affermare e sostenere un modo di essere, prodotti a cui vengono associate sensazioni ed emozioni.

Facciamo un esempio: quando compriAPPLE: DOMANI A MEZZANOTTE L'IPHONE 5 ARRIVA ANCHE IN ITALIAamo l’ultimo modello ti telefonino, l’ultimo tablet, o l’ultimo maxi schermo, non lo facciamo solamente per le sue caratteristiche tecnologiche in quanto, a volte, queste sopravanzano solo di poco quelle dei loro predecessori, ma per come ci fanno sentire nel momento in cui li acquistiamo, li possediamo e infine li sfoggiamo!

Ecco un esempio in campo alimentare: le persone che pagano centinaia o migliaia di euro per una bottiglia di vino non lo fanno solo perché pensano che produrlo costi così tanto, ma lo fanno per come li fa sentire possedere o sfoggiare quel particolare vino la cui immagine, per la sua storia, il suo prestigio e la cura con cui è stato prodotto, ha raggiunto un livello unanimemente riconosciuto tanto da renderlo un’icona.

ViniPer ogni prodotto dobbiamo quindi tener conto che esiste un valore materiale, dato dalla qualità e dalle caratteristiche intrinseche del prodotto, e un valore immateriale, dato dalla sua immagine. Un’immagine che è fatta da vari elementi comprendenti la storia, il luogo di produzione, la tradizione a cui fa riferimento, l’importanza del produttore, etc.

Sono quindi queste caratteristiche immateriali che dobbiamo saper costruire attorno al nostro prodotto per dare ad esso un’immagine che possa soddisfare il consumatore, facendolo sentire “speciale” e quindi invogliarlo all’acquisto.

Tutti i marchi e le immagini riportate a scopo didattico appartengono ai legittimi proprietari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *