Comunicare

L’importanza del saper Comunicare

Comunicare è sempre stata una delle attività fondamentali dell’uomo fin dall’origine dei tempi. Inizialmente lo si faceva con poche persone alla volta, poi sono arrivati i primi mezzi di massa, la stampa, la radio, la televisione e infine il web. La problematica nel comunicare però rimanere sempre la stessa: non è detto che ciò che trasmettiamo, qualunque sia il mezzo che utilizziamo, sarà recepito da chi riceve il nostro messaggio così come noi lo abbiamo immaginato.

Per questo motivo comunicare, pur essendo una delle attività basilari dell’uomo, rimane una delle più complesse. Nel mondo di oggi, quando si comunica con i propri clienti o con i propri sostenitori, non può esserci spazio per i fraintendimenti. La comunicazione “d’impresa” deve essere, anche a causa della riduzione del tempo di attenzione delle persone, immediata ed efficace.

ComunicarePer fare questo bisogna aver ben chiaro

  • cosa si vuole comunicare
  • chi si vuole raggiungere
  • come lo si vuole fare
  • attraverso quali mezzi/strumenti
  • quale obbiettivo si vuole ottenere

 

 

Comunicare però non significa solo raggiungere uno specifico obbiettivo, si tratti di una singola campagna o di un progetto più ad ampio raggio, il raggiungimento dell’obbiettivo è solo il punto di partenza. Fare comunicazione per l’80% del tempo significa infatti mantenere un legame con coloro con cui si è già stabilito un contatto in precedenza, grazie a campagne precedenti. Che si tratti dei clienti di un’azienda (Profit) o dei sostenitori di un’associazione (Non Profit) la situazione non cambia, continuare a comunicare e mantenere una connessione è essenziale per non sprecare il lavoro fatto in precedenza.

Nel Non Profit mantenere un legame è importante per due motivi:

  1. tenere informati i propri sostenitori sui risultati e le iniziative intraprese con i fondi da loro elargiti. Si tratta di una delle attività principali che un’associazione Non Profit è tenuta a fare poiché da essa derivano la serietà e l’affidabilità che è in grado di trasmettere verso l’esterno. In un’epoca in cui il terzo settore sta vivendo una grande crescita e nascono sempre nuove Non Profit, marcare in questo modo la differenza tra realtà serie ed efficaci e situazione meno trasparenti è essenziale se si vuole conservare i propri sostenitori. La trasparenza premia sempre se efficacemente comunicata;
  2. mantenere un legame con i propri sostenitori, il principale motivo per cui sostenitori un tempo costanti perdono di interesse per un’iniziativa è infatti l’assenza di informazioni sull’andamento della stessa. Una mancanza che nel tram tram quotidiano a cui tutti siamo sottoposti porta alla conseguente desensibilizzazione verso l’argomento in questione e alla successiva scelta di non sostenerlo più.

Nel Profit invece il motivo è essenzialmente uno, mantenere il legame creato con i clienti! Oggi le persone vogliono autenticità, per ottenerla cercano di informarsi, divenire consumatori attenti e consapevoli. Cercano informazioni su prodotti e produttori, cercando di conoscervi, e anche se non tutti sono attivi allo stesso modo sono sempre piacevolmente colpiti quando trovano prodotti e produttori disposti a raccontare e raccontarsi. Far vedere la propria autenticità, sollevare il velo che nasconde il vostro “dietro le quinte” premia sempre. Grazie all’utilizzo dei mezzi di comunicazione moderni oggi fare questo è molto più facile ed istintivo del passato, in certi casi addirittura divertente, ma come per tutti i lavori, anche in questo ambito una volta raggiunto un risultato, creato il legame e stabilito un rapporto di fiducia con la clientela, per mantenerlo bisogna continuare a lavorarci su e comunicarsi.